Venerdì 11 Aprile 2014 si è svolta la nostra XV serata di Round Table Bologna in interclub con il Club 41 Bologna 18 e Club Agorà Bologna.
La serata è stata particolarmente emozionante e ricca di profondi messaggi umani e di grandi valori, poichè l’ospite d’onore è stato il Monaco Tibetano Lama Ghesce Lobsang Tenkyong.
La tematica affrontata nella serata è stata: Felicità e il lavoro, come tenersi in equilibrio e procedere verso il Sé e gli altri”.

Ghesce Lobsang Tenkyong
Il Venerabile Ghesce Lobsang Tenkyong.
E’ nato nella regione tibetana del Kham nel 1958.
Costretto all’esilio in India, nel 1982 ha proseguito gli studi presso l’Università monastica di Sera Je divenendo un Geshe Lharampa, il più alto titolo di studi conseguibile all’interno della tradizione gelug-pa.
Ha insegnato nel Centro Tara Cittamani di Padova e dal gennaio 2009 è residente nel Centro di Caorso.
Sull’altopiano tibetano dell’Himalaya la cultura di un popolo non vuole morire, è un “fuoco sotto la neve”; risponde alle atrocità con la non-violenza nella speranza di ottenere un giorno la libertà, di tornare alla vita tranquilla, alla pace, alla fede, alla serenità.
Nel 1959, il Dalai Lama (Oceano di Saggezza per il suo popolo) fu costretto a lasciare il Tibet con una fuga avventurosa, mentre la millenaria, preziosa cultura tibetana e la sua gente subiva un brutale assalto dall’esercito della “poco” popolare Repubblica Cinese, che in nome di un aberrante senso del progresso e dell’ideologia demoliva tutto quanto rappresentava l’identità di un popolo, saccheggiando e devastando monasteri, bruciando libri, imprigionando e giustiziando uomini pacifici e innocenti. Era l’inizio di uno dei più grandi e terribili genocidi della storia umana che mirava ad annientare un popolo, sotto gli occhi del mondo che fingeva e finge tutt’ora di non vedere.

Vostro in Tavola
Viero Negri – Presidente RT7 Bologna 2013-2014